11 aprile 2011

Beata me che lavoro a casa. La spazzatura

La spazzatura dell'illustratore non puzza, per lo più è carta. Pieno fino all'orlo e oltre, oppure vuoto. Il cestino pieno è la vostra opera d'arte moderna, come quelle fatte con materiali reciclati. Bellissimo! Ci passi davanti tutti i giorni, ma hai fiducia nelle sue capacità e sai che può ancora contenere un pezzettino di carta, quindi non lo svuoti. Se il cestino della spazzatura è vuoto i casi sono due. Primo caso: le cartacce non sono dentro, ma tutto intorno al cestino. Dimentico di essere un illustratore, e non un campione di basket dell' NBA, sei convinto che prima o poi riuscirai a fare canestro. Secondo caso, il peggiore: hai deciso di non buttare via niente perchè,  un giorno, ti potrà servire. Così "Questo lo tengo, non si sa mai" finisce in scatole, scatoline, scatolette su scatole e scatoloni che, in attesa di quel famoso giorno, si moltiplicano e formano una città intorno a te.
Se avessi un capo non direbbe mai: " Questo lo tengo, non si sa mai".
Continua.. .